Dimensione testo

facebook   you tube   rss   twittwr    flickr   icona instagram 

Conoscere il volontariato sui banchi di scuola

 csvvolobimboRiprende la promozione della cultura del volontariato nelle scuole veronesi, è in avvio la nuova edizione di Volo fra i banchi. Le associazioni collaborano al progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

 

 

Volo tra i banchi – Promozione della cultura del volontariato nella scuola

 

Volo tra i banchi – Promozione della cultura del volontariato nella scuola è un progetto della Federazione del Volontariato di Verona Onlus, finanziato con il Fondo per il volontariato istituito ai sensi dell'art. 12, comma 2, della legge 11 agosto 1991, n. 266, per l’anno finanziario 2015. Soggetto finanziatore: Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Da diversi anni la Federazione, attraverso l’attività del Centro Servizio per il Volontariato di Verona (CSV) di cui è ente gestore, promuove la cultura del volontariato tra i giovani creando opportunità di incontro tra le associazioni di volontariato e gli studenti.

L’obiettivo primario di questo progetto è quello di far conoscere a giovani studenti il mondo delle associazioni di volontariato veronesi e le loro attività, coinvolgendoli in incontri a scuola e in laboratori di cittadinanza attiva e condivisa finalizzati a promuovere la cultura del volontariato.

Volo tra i banchi – Promozione della cultura del volontariato nella scuola è stato pensato e suddiviso in tre fasi.

Nella prima fase gli studenti, attraverso l’organizzazione di incontri nelle classi, avranno la possibilità di interagire in maniera diretta con le organizzazioni di volontariato (OdV), di conoscere le loro attività sul territorio e di ascoltare testimonianze di altri giovani che hanno deciso di intraprendere un’esperienza di volontariato.

Se nella prima fase sarà la scuola ad ospitare le associazioni, nella seconda fase si tenterà di invertire questo approccio, attraverso l’iniziativa “Associazioni Aperte”, grazie alla quale le classi e gli studenti sono invitati ad incontrare le associazioni al di fuori delle mura scolastiche, presso le loro sedi o in occasioni di eventi dedicati alla cittadinanza. “Associazioni Aperte” vuole essere un’occasione per svolgere attività di conoscenza presso le associazioni aderenti o, in abbinata, anche uscite di stampo didattico con i volontari delle OdV per affrontare le tematiche trattate con un approccio differente e più dinamico rispetto a quello dell’incontro in aula.

La terza fase rappresenta una conclusione coerente del percorso attivato e in linea con gli obiettivi preposti dal progetto, quali la promozione della cultura del volontariato e della cittadinanza attiva tra i giovani. In questa terza parte gli studenti, incontrati prima nelle scuole e successivamente nelle associazioni, potranno svolgere delle esperienze dirette di volontariato nelle associazioni aderenti per un totale massimo di 40 ore ciascuno. L’attività esperienziale di volontariato è riservata ad un numero massimo di 20 giovani e sarà riconosciuta al termine del percorso dall’“Attestato di Cittadinanza Attiva”, una pergamena che certifica il percorso, rilasciato dalla Federazione del Volontariato di Verona Onlus; vi è la possibilità di un riconoscimento formale da parte dell’istituto per il conseguimento dei crediti formativi.

Associazioni che aderiscono al progetto: Associazione La Fraternità, Associazione di volontariato Opero Silente, Associazione Proposte Sociali, Medici per la Pace Onlus, Associazione C.A.R.S. – Centro di accoglienza e recupero sociale.

 

 

CSV - Centro Servizio per il Volontariato di Verona
Ufficio Promozione e Servizio Civile
via Cantarane, 24 - 37129 Verona
Tel. 045 8011978 - Fax 045 9273107
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.csv.verona.it

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.