Dimensione testo

facebook   you tube   rss   twittwr    flickr   icona instagram 

Terzo Paradiso Happening Verona

In occasione della XVII edizione della Festa del Volontariato di domenica 1 ottobre, in piazza Bra si terrà “Terzo Paradiso Happening Verona” alle 17.00. DJ set di Max Casacci from Subsonica alle 17.30.

 

 

È un evento collettivo che, grazie alla musica, sensibilizzerà in modo ludico e coinvolgente sui temi del cambiamento sociale, la responsabilità, la sostenibilità, la comunità, cittadinanza attiva e volontariato. Si tiene in occasione dei 20 anni di CSV Verona.
Sarà un giocoso happening di piazza, un’iniziativa aperta ai visitatori della Festa del Volontariato di ogni età, ragazzi del Servizio Civile, volontari delle associazioni, realizzato in modo interattivo: con la presenza di ciascuno si comporrà live un’opera “globale” che punta alla sensibilizzazione locale. Il Terzo Paradiso, infatti, è un’opera che in tutto il mondo si sta realizzando con differenti forme espressive, grazie all’ideazione e promozione dell’artista di calibro internazionale Michelangelo Pistoletto.
L’iniziativa si tiene in collaborazione con Cittadellarte - Fondazione Pistoletto ONLUS.

 


 

Che cosa faremo e perché


L’happening, un “accadimento”, è una forma di arte contemporanea che ha le sue origini alla fine degli anni Cinquanta (Allan Kaprow), per la quale è fondamentale il ruolo attivo del “pubblico”, che non è spettatore, ma partecipa all’azione, improvvisata o con “partitura”. Il risultato è un’azione effimera nei modi oltre che nei materiali, e l’accento è messo sul fare collettivo.

Questa descrizione è rappresentativa di quanto accadrà in piazza Bra: sarà un punto di incontro di chiunque vorrà partecipare, che sia vicino ai temi della cittadinanza attiva o li stia scoprendo. Ci sarà una “partitura”: sarà la danza collettiva sul brano Terzo Paradiso (Subsonica) ideata dai ragazzi in Servizio Civile, cui si deve l’animazione dell’iniziativa, alla quale partecipano le organizzazioni di volontariato. Verrà realizzata coprendo un’area di piazza Bra a forma di Terzo Paradiso ovvero un segno dell’infinito cui si aggiunge un terzo lobo.

Durante tutta la giornata, inoltre, su questa porzione del pavé, i visitatori potranno legare i palloncini ecosostenibili ricevuti dalle associazioni in esposizione, creando una sagoma dai colori blu, arancio, giallo, rosso, azzurro, colori che per questa edizione rappresenteranno le quattro aree del volontariato e del CSV di Verona. I palloncini verranno liberati durante l’happening.

L’adesione al Terzo Paradiso è stata voluta dal CSV di Verona per il messaggio che lancia, incoraggiando ad «assumere una personale responsabilità» e diventare «i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita», come suggerisce Michelangelo Pistoletto, suo promotore.
Pistoletto è artista di calibro internazionale, ha attraversato la storia dell’arte contemporanea, e ha ideato il Terzo Paradiso nel 2003 grazie a un manifesto, dedicandovi la sua successiva fase di lavoro, con differenti site specific, quindi invitando individui, gruppi, associazioni, istituzioni, scuole, ad aderire in una grande opera collettiva e partecipata, per diffonderne il senso (clicca per saperne di più). L’adesione si sta compiendo in Italia e all’estero con sculture, pitture, performance, happening, elaborati di ogni tipo e con ogni strumento, di piccole e grandi dimensioni, ed è raccontata da un sito Web dedicato e una pagina Facebook
 

 maxCasacciLa scelta di utilizzare per l’happening di Verona il brano Terzo Paradiso dei Subsonica, la si deve alla collaborazione cui l’artista ha invitato il gruppo musicale, nell’intento di raggiungere un numero sempre maggiore di persone da sensibilizzare, in particolare giovani. Da qui l’idea di far seguire all’happening, alle 17.30, il DJ set di Max Casacci from Subsonica.

All’idea del CSV di Verona di coinvolgere i ragazzi del Servizio Civile in quest’iniziativa, ha fatto seguito il suggerimento di Pistoletto stesso di far proporre a loro come realizzare il Terzo Paradiso. Da qui si è dato avvio a un’attività laboratoriale aperta a chiunque dei ragazzi volesse aderire, con la collaborazione delle organizzazioni di volontariato che si attiveranno in piazza.

L’iniziativa è pensata nell’ambito del volontariato giovanile e segue al talk Under 28, volontariato mi APPartieni dedicato a questo tema che si terrà alle 16.00.

Si ringrazia per l’animazione Fuori Aula Network – Università degli Studi di Verona, Per un Mondo Migliore, GRDP Gruppo Ricerca Danze Popolari.

 

      

cittadellarte-CMYK.jpg        bollino2017_rebirth-day_rosso.jpg  

 

_serviziocivilescritta.png     fuoriaula

 

Segreteria organizzativa
CSV - Centro Servizio per il Volontariato di Verona
Ufficio Comunicazione
via Cantarane, 24 - c/o ex Caserma Santa Marta
37129 Verona
Tel. 0458011978 interno 5 - Fax 0459273107
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.csv.verona.it

CSV Verona Federazione del Volontariato

Evento: XVIIª Festa del Volontariato | Terzo Paradiso Happening Verona

 


 

 

 

Che cos'è il Terzo Paradiso?

È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado e consunzione del mondo naturale. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell'umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura.
Terzo Paradiso significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune.
Il Terzo Paradiso è il grande mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale.
Il termine paradiso deriva dall'antica lingua persiana e significa “giardino protetto”. Noi siamo i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita.
Il simbolo del Terzo Paradiso, riconfigurazione del segno matematico dell'infinito, è composto da tre cerchi consecutivi. I due cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità.

Michelangelo Pistoletto, 2003

Fonte: www.cittadellarte.it

 

 

Chi è Michelangelo Pistoletto

Michelangelo Pistoletto nasce a Biella nel 1933, inizia a esporre nel 1955, nel corso degli anni Sessanta opere che contribuirono alla nascita dell’Arte Povera, movimento artistico di cui Pistoletto è animatore e protagonista. Nel 2003 è insignito del Leone d’Oro alla Carriera alla Biennale di Venezia. Dagli anni Cinquanta Pistoletto lavora verso un indirizzo di coscienza individuale e responsabilità interpersonale. Con il suo Manifesto Progetto Arte (1994) propone: «l’artista prenda su di sé la responsabilità di porre in comunicazione ogni altra attività umana, dall’economia alla politica, dalla scienza alla religione, dall’educazione al comportamento, in breve tutte le istanze del tessuto sociale». Ha dato attuazione a questo pensiero nel 1998 grazie a Cittadellarte-Fondazione Pistoletto a Biella, come laboratorio per la produzione di un processo di trasformazione responsabile, etico e sostenibile nei diversi settori del tessuto sociale, agendo sia su scala locale che globale.
Lo contraddistinguono la sensibilità ai temi sociali, al bene comune, l’utilizzo della sua arte per diffonderli, sensibilizzare, far riflettere.
Il suo auspicio è che la società possa evolvere dalla democrazia alla demopraxia, sostituendo il concetto di potere –cràtos con quello di pratica – praxis. Un pensiero che è parte di chi è cittadino attivo, volontario, o svolge il Servizio Civile.
Biografia completa

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti  e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.